Gama: “Discriminazione di genere non ci permette di essere professioniste”

Sara Gama, capitano di Juventus e Nazionale, è intervenuta al convegno “L’importante è pareggiare”, tenutosi a Milano. La calciatrice si è soffermata sulla possibilità che lo sport femminile diventi professionistico: “Oggi, in Italia, c’è una discriminazione di genere che non permette a nessuna atleta di essere professionista. In Francia, alcune società offrono contratti professionisti e altri da amatori, mentre qui non è possibile. La gente non sa che noi siamo dilettanti. Non possiamo andare avanti così, ma non vogliamo affossare il sistema adesso che iniziamo a divertirci. Io, a 30 anni, non ho contributi, tranne quelli che mi sono stati versati quando giocavo in Francia e non ho neanche tutele assicurative. Bisogna sederci ad un tavolo e trovare soluzioni condivise. Non possiamo riempirci la bocca dicendoci quanto siamo brave e poi non riconoscerci i diritti che ci spettano”.

di Andrea Caucci Molara

Ph. Credits: GettyImages/ Tullio M.Puglia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...