ESCLUSIVA ICF – Napoli, Schioppo: “Giocavo in piazza, ora sogno la A da capitano!” (1)

grazie alla collaborazione con l’agenzia FTA Consulting di Grippo e Marotta, nasce la rubrica ICF Serie B, con l’obiettivo di raccontare l’ambiente serie b femminile. come farlo? intervisteremo una giocatrice per ognuna delle 12 squadre del campionato. Si parte, oggi, dalla capolista Napoli, rappresentata dal Capitano, Emanuela Schioppo.

In esclusiva per ICF, per la nuova rubrica ICFSerieB, abbiamo avuto il piacere di scambiare quattro chiacchiere con Emanuela Schioppo, capitano del Napoli Femminile, assistita da FTA Consulting. Classe 1991, Emanuela in carriera ha vestito esclusivamente la maglia azzurra e questa sua fedeltà calcistica l’ha portata a guadagnarsi la fascia da capitano. Una vera e propria certezza per la sua squadra, che quest’anno sembra essere davvero molto vicina alla promozione nella massima serie.

L’INTERVISTA

Partiamo dal principio. Come ti sei avvicinata al calcio?

Mi sono avvicinata al calcio praticamente appena nata . Già da piccolina giocavo a pallone insieme ai miei amici -maschi ovviamente- e a mio fratello. Trascorrevo giornate intere in piazza tra polvere e asfalto, inventando porte con pali della luce e zainetti. Non ho avuto la possibilità di giocare in una scuola calcio: sono cresciuta calcisticamente in piazza. Solo all etá di 17 anni sono entrata a far parte del Napoli femminile.

Vesti ormai da molti anni la maglia azzurra. Cosa vuol dire per te essere il capitano?

Vesto da anni questa maglia, da sempre, se si può dire. Ho vissuto tutto con la maglia azzurra, momenti postivi, di gioia e momenti negativi che mi hanno aiutato a crescere sia da un punto di vista umano che calcistico. Essere capitano della propria squadra è una grossa responsabilità che cela uno straordinario gesto di fiducia da parte di tutti. Cerco di comprendere le esigenze degli altri e di mettere al primo posto la disponibilità e la determinazione che mi contraddistinguono. Sono sempre stata un capitano silenzioso, ma anche con il silenzio riesco a trasmettere il mio pensiero. Parlo al momento giusto.

-Al momento vestite i panni della capolista in Serie B. C’è consapevolezza di poter fare bene e conquistare la promozione?

Assolutamente si. C’è consapevolezza dei nostri mezzi e non a caso siamo al vertice. Abbiamo vinto i due scontri diretti e abbiamo cercato di difendere la nostra posizione in classifica nonostante le mille difficoltà. Il nostro obiettivo era ed è ovviamente la promozione, ma ad oggi non sappiamo come si possa evolvere il tutto.

di Mattia del Giudice e Valeria Silvestri (parte 1)

Photo credit: @NapoliFemminile on Instagram

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...