ESCLUSIVA ICF – Lazio, Gambarotta: “Non siamo partite con l’obiettivo promozione, ma ora ci crediamo” (1)

GRAZIE ALLA COLLABORAZIONE CON L’AGENZIA FTA CONSULTING DI GRIPPO E MAROTTA, NASCE LA RUBRICA ICF SERIE B, CON L’OBIETTIVO DI RACCONTARE L’AMBIENTE SERIE B FEMMINILE. COME FARLO? INTERVISTEREMO UNA GIOCATRICE PER OGNUNA DELLE 12 SQUADRE DEL CAMPIONATO.  OGGI ABBIAMO LA  LAZIO, RAPPRESENTATA DA MARGOT GAMBAROTTA.

In esclusiva per ICF, per la nuova rubrica ICFSerieB, abbiamo avuto il piacere di scambiare quattro chiacchiere con Margot Gambarotta della Lazio, assistita da FTA Consulting. Classe 1994, Margot in carriera ha vestito molte maglie ma dal 2018 ora si trova al centro della difesa biancoceleste, ed insieme alle aquile è in piena corsa per la promozione in Serie A.

L’INTERVISTA

Come nasce la tua passione per il calcio?

Diciamo che non c’è stato nella mia vita un evento che abbia scatenato in me questa passione insolita per una bambina. La definirei una passione innata che mi ha accompagnato per tutta la mia infanzia, fino al coronamento del mio sogno di quei tempi, all’età di nove anni: iniziare a giocare a calcio con una società sportiva e dare così inizio al mio percorso che come ben sai continua ancora oggi.

-Quest’anno state facendo un ottimo campionato e attualmente state lottando per la promozione. Era questo l’obiettivo ad inizio stagione?

Sinceramente non siamo partite con l’idea di poter raggiungere un eventuale promozione (sono abbastanza scaramantica, si vede?). Il nostro obiettivo era quello di disputare comunque un buon campionato mettendoci il massimo del nostro impegno e cercare di posizionarci entro le prime cinque e direi che per il momento le cose stavano andando bene.

-Come stai affrontando questi giorni lontana dal campo? Ti alleni da casa?

Fortunatamente in questo periodo delicato per il nostro paese riesco ancora a lavorare tutte le mattine, non essendo una calciatrice professionista mi sono laureata e sono una fisioterapista e come tale in questo momento posso ancora esercitare la professione quindi la mente è abbastanza impegnata. Ovviamente il calcio mi manca, dalla partita della domenica alle chiacchiere nello spogliatoio con le compagne. Però c è di buono che quando per svariate ragioni non puoi fare ciò che ti appassiona diventi ancora più consapevole di quanto sia importante per te quell’attività sia dal punto di vista fisico che mentale.
Anche in queste circostanze ci stiamo allenando, tutte insieme da vera squadra. Certo non è la stessa cosa che allenarsi all’aperto in campo, perché devo rivoluzionare un pochino casa per avere dello spazio che mi permetta di eseguire gli esercizi che ci indicano il mister e il nostro preparatore, ma è comunque un’attività che faccio molto volentieri insieme alle mie compagne per tenermi in forma in attesa di avere notizie dell’eventuale ripresa del nostro campionato ed è un impegno che mi scandisce anche un po’ il ritmo della giornata.

di Mattia del Giudice e Valeria Silvestri (parte 1)

Photo credit: @la_meg27 on Instagram

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...