ESCLUSIVA ICF – San Marino, Petkova: “In Bulgaria giocavo in strada. Serie A? Si può fare!” (1)

NASCE LA RUBRICA ICF SERIE B, CON L’OBIETTIVO DI RACCONTARE L’AMBIENTE SERIE B FEMMINILE. COME FARLO? INTERVISTEREMO UNA GIOCATRICE PER OGNUNA DELLE 12 SQUADRE DEL CAMPIONATO. OGGI A RACCOONTARSI E’ SIMONA PETKOVA, CENTROCAMPISTA BULGARA DEL SAN MARINO.

In esclusiva ICF, per la nuova rubrica ICFSerieB, abbiamo avuto il piacere di intervistare Simona Petkova, centrocampista bulgara del San Marino. Ex Pink Bari ed Empoli, è arrivata in Italia dopo un’esperienza in Inghilterra, con le maglie di Leeds e Watford. Lavora duro ogni giorno, anche in questi momenti difficili, e pubblica su Instagram alcuni esercizi per aiutare le ragazze bulgare: è un punto di riferimento per tutte le aspiranti calciatrici del suo paese natale. (parte prima)

l’intervista

Ciao Simona, potresti raccontarci come hai iniziato a giocare a calcio?

Vengo da una grande famiglia: mia madre ha dovuto badare a sette figli, da sola; mio padre non c’è mai stato… In Bulgaria molte famiglie sono povere e non possono permettersi di pagare l’iscrizione dei figli in una scuola calcio: per questo ho sempre giocato in strada con i miei fratelli. Dopo anni con il pallone tra i piedi, mi hanno chiamata per giocare un torneo nel centro sportivo della mia città: ero emozionatissima, era la mia prima volta su un campo da calcio, anche se ristretto. Da lì a poco è arrivata la chiamata dalla Nazionale U17; non ci credevo: mi volevano per giocare una partita contro la Grecia. Quella è stata la mia prima volta su un campo a 11: è stata una nuova esperienza. Una sorta di svolta.

Da quel momento è cominciata la tua vera e propria carriera; potresti raccontarcela?

Dopo la partita in Nazionale minore, mi ha chiamata il Sofia, la squadra più importante del Paese. Il club ha dato una grande mano, economicamente, alla mia famiglia. Con quella maglia ho vinto numerosi trofei (l’NSA Sofia vince lo scudetto ininterrottamente dal 2005, ndr) e mi sono fatta vedere anche in chiave Nazionale: dopo l’Under17 sono passata in U19 e, dopo qualche anno, in nazionale maggiore. Nel frattempo è arrivata la chiamata del Leeds, in Inghilterra. Ho finito l’università e sono partita, senza sapere una parola di inglese. Sono rimasta in UK un anno e mezzo, tra Leeds e Watford, poi sono partita alla volta dell’Italia. Anche qui, non sapevo la lingua. E’ stato molto difficile ambientarsi a Bari, ma dopo qualche mese ho superato le difficoltà. La scorsa estate sono approdata ad Empoli: in Toscana mi sono trovata bene, ma giocavo poco. Non ero soddisfatta di stare in panchina, per questo a dicembre ho cambiato aria.

Perché hai scelto San Marino?

Ho scelto San Marino perché penso di poter aiutare la squadra a raggiungere l’obiettivo promozione. Un altro fattore determinante nella mia scelta è stato l’ambiente: c’è grande ambizione, lo staff è molto professionale e le compagne sono più che calciatrici, sono come una famiglia.

Sul sogno Serie A?

Siamo ambiziose: ci crediamo! Lavoriamo duro tutti i giorni per realizzare questo sogno. Ma ciò che rende la nostra fatica più leggera è che lavoriamo insieme: siamo un gruppo unito, non ci sono primedonne.

Oltre alla Serie A con il San Marino, quali sono i tuoi sogni per i futuro?

Vorrei essere considerata un modello positivo, specialmente nel mio Paese. Mi piacerebbe molto aiutare le ragazze bulgare, magari come allenatrice. Proprio per questo, ogni giorno, pubblico su Instagram i video di alcuni esercizi che le ragazze bulgare potrebbero fare per tenersi in forma. Un altro sogno sarebbe quello di raggiungere il Mondiale o gli Europei con la mia nazionale entro fine carriera.

di Luca Bendoni (parte prima)

Photo credit: @simona_petkova17 on Instagram

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...