ESCLUSIVA ICF – San Marino, Petkova: “Bellissimo segnare contro la Roma. CR7 un idolo”

NASCE LA RUBRICA ICF SERIE B, CON L’OBIETTIVO DI RACCONTARE L’AMBIENTE SERIE B FEMMINILE. COME FARLO? INTERVISTEREMO UNA GIOCATRICE PER OGNUNA DELLE 12 SQUADRE DEL CAMPIONATO. OGGI A RACCOONTARSI E’ SIMONA PETKOVA, CENTROCAMPISTA BULGARA DEL SAN MARINO.

In esclusiva ICF, per la nuova rubrica ICFSerieB, abbiamo avuto il piacere di intervistare Simona Petkova, centrocampista bulgara del San Marino. Ex Pink Bari ed Empoli, è arrivata in Italia dopo un’esperienza in Inghilterra, con le maglie di Leeds e Watford. Lavora duro ogni giorno, anche in questi momenti difficili, e pubblica su Instagram alcuni esercizi per aiutare le ragazze bulgare: è un punto di riferimento per tutte le aspiranti calciatrici del suo paese natale. (parte seconda ed ultima)

Con la maglia del San Marino hai segnato contro la Roma, in Coppa Italia: cosa hai provato e perché hai esultato ‘alla CR7’?

E’ stato un momento di grande emozione. Una sorta di liberazione: ci tenevo tanto! Aspettavo da tempo un gol ed è arrivato in una partita importante. Ho scelto di esultare come Cristiano Ronaldo perché è una fonte di ispirazione, sia in campo che fuori: cerco di imparare la sua costanza, la sua determinazione e la sua capacità di non mollare mai.

Come stai vivendo questo brutto periodo?

Mi alleno tutti i giorni e pubblico i video degli allenamenti sui social per aiutare le ragazze bulgare: qui in Bulgaria c’è poca preparazione a livello di allenatori e voglio dare il mio contributo. Anche qui il calcio si è fermato; anche qui abbiamo paura, forse ancora di più che in Italia, a causa della povertà.

Come si vive il calcio in Bulgaria?

In Bulgaria il movimento femminile è ancora indietro. Qui vedono l’Italia come un modello da seguire e pensano che in Italia io sia una professionista. Putroppo non è così, ma secondo me il professionismo ce lo meritiamo!

Hai notato differenze tra il calcio inglese e quello italiano?

In Italia il calcio è molto più tattico che in Inghilterra. In Italia bisogna seguire accuratamente degli schemi di squadra e dei movimenti provati e riprovati in allenamento; in Inghilterra, invece, si è più liberi di svariare e portare avanti azioni in solitaria, magari puntando sulla corsa o sul fisico.

Cosa significa per te essere una calciatrice?

Essere una calciatrice è la mia vita: mi alleno, curo l’alimentazione, cerco di imparare a dormire bene. Tutto questo per riuscire a dare il meglio in campo: voglio che il mio livello calcistico sia sempre al top.

Chi è Simona Petkova fuori dal campo?

Fuori dal campo Simona Petkova scrive libri: in questo momento, stando in casa, sta diventando la mia priorità, accanto all’allenamento. Racconto storie per dare coraggio alle persone attraverso la mia esperienza: invito sempre tutti a seguire il proprio cuore e i propri sogni.

di Luca Bendoni (parte seconda ed ultima)

Photo credit: @Simona_Petkova17 on Instagram

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...