ESCLUSIVA ICF – Napoli, Coda: “Siamo un gruppo fantastico e unito”. (1)

Classe 2000, Anita Coda appartiene alla nuova generazione di calciatrici. Comasca di nascita, ora sta vivendo un’esperienza in prestito al Napoli, sotto l’occhio attento del Milan, proprietario del cartellino. Assistita dall’agenzia LTA, è un’attaccante moderno e dinamico: può giocare sia come esterno che come punta; ama il gioco rapido e ha un’ottima tecnica. L’abbiamo raggiunta in videochiamata e lei si è raccontata in esclusiva ai nostri microfoni. (parte prima)

l’intervista

Come hai iniziato a giocare a calcio?

Ho iniziato fin da piccola a 5-6 anni. Quando aveva iniziato a giocare mio fratello, ho detto ai miei genitori che volevo giocare anche io. Mio padre era contento (da giovane giocava), cosi come era felice, ma un po’ perplessa, mia madre. Ho fatto un anno di scuola calcio vicino casa. Poi sono passata alla Real Libertas Femminile, dove ho iniziato la mia carriera vera e propria.

Cosa ti ha convinto del progetto del Napoli Femminile?

Fin da subito sono stata convinta dall’interesse nei miei confronti e dalla decisione del club di vincere il campionato e salire in Serie A. Sapevano che per vincere dovevamo affrontare la stagione con determinazione.

Il Napoli sta facendo una stagione da protagonista. La promozione era fin da subito l’obiettivo? Sentite di poterla spuntare su San Marino e Lazio?

Abbiamo fatto una stagione non perfetta del tutto, ci sono stati alcuni errori, ma siamo state molto brave. Siamo un gruppo molto unito e questo fattore ci ha portato a vincere anche in situazioni difficili. C’è un forte senso di appartenenza alla maglia che ci ha insegnato a vincere come una vera squadra. La promozione è sempre stata il nostro obiettivo e non l’abbiamo mai nascosto. Siamo una squadra forte. Secondo me, tra noi, la Lazio e il San Marino, saliremo in A tutte e tre: ce lo meritiamo per quello che abbiamo dimostrato fin’ora.

Hai segnato già tre goal con la maglia azzurra. Qual è quello che ricordi con più piacere?

Il primo, nella prima partita che ho giocato. Era contro la Lazio, terza giornata. È stato un gol importante per me e per la squadra: mi ha aiutato ad entrare maggiormente nel gruppo e poi è stato decisivo per le sorti della partita.

Come ti trovi a Napoli, parlando a livello calcistico e non?

A livello calcistico si fanno le cose in modo serio ma l’atmosfera è leggera. Tutto questo grazie alla squadra: siamo unite anche (e soprattutto) nelle difficoltà. Napoli è una città bellissima, molto diversa da Como: già dalle 7 di mattina senti le urla del mercato, ma tutto sommato è piacevole. I napoletani ti rendono sempre partecipe. Quando passeggi per strada incontri un sacco di pasticcerie e friggitorie: è davvero difficile non fermarsi a mangiare (ndr: ride).

A fine stagione tornerai al Milan. Che aspettative hai sul tuo ritorno in rossonero?

Tornare al Milan sarà la cosa più bella: è una maglia importate, regala sempre emozioni. Si possono raggiungere grandi traguardi. L’importante il prossimo anno è trovare il giusto spazio, cercare di farmi conoscere di più. Lo scorso anno mi sono trovata bene; ogni giorno sentivo di imparare dalle altre compagne più esperte: un po’ da ognuna. Al Milan ho “rubato” tante caratteristiche dalle altre giocatrici.

di Luca Bendoni e Mattia del Giudice

Photo credit: Napoli Femminile/ via Facebook

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...