Esclusiva ICF – Ravenna, Copetti: “Sfidare la Fiorentina una vittoria personale” (2)

In esclusiva ICF, abbiamo avuto il piacere di intervistare Matilde Copetti, attuale portiere del Ravenna Women che si trova ad occupare il quarto posto del campionato di Serie B, posizione conquistata nel corso di una stagione andata sempre di più in crescendo. Nel suo Palmares due Coppe Italia conquistate durante il suo periodo a Tavagnacco dove è cresciuta fin dalle giovanili. (Parte Seconda)

L’intervista

Quest’anno in Coppa Italia hai avuto l’occasione di sfidare la Fiorentina. Com’è stato trovarsi di nuovo davanti ad una squadra di massima categoria?
Conoscevo molte ragazze perché giocavano con me a Tavagnacco. E’ stata un’esperienza bellissima per me. Rivedere giocatrici con cui sono stata a 14 anni da piccolina ed ora fronteggiarle da avversaria e titolare è stata una grande soddisfazione personale. Sono stata anche orgogliosa della mia squadra che, nonostante la differenza di categoria, non ha mollato un secondo. Ognuna di noi ha imparato qualcosa da quella partita.


Meglio conquistare la promozione con il Ravenna o essere subito chiamata da una grande squadra?
Prima voglio arrivare in A con il Ravenna e vivermi appieno una stagione in massima categoria con questa squadra per togliermi molte soddisfazioni. Ci tengo tanto perchè è una società che mi ha accolta e mi ha dato tantissimo, gli devo tanto.


Hai un idolo o punto di riferimento nel mondo del calcio che ricopre il tuo stesso ruolo?
Un idolo vero e proprio non ce l’ho. Ma ho sempre ammirato molto e mi ha fatto da riferimento Chiara Marchitelli con cui ho iniziato ad allenarmi dai 14 anni. Era davvero incredibile quando si allenava. Tecnicamente è fortissima.


In questo periodo di difficoltà a causa della pandemia come ha reagito il Ravenna?
Il presidente ci ha chiamato per tranquillizzarci e assicurandoci che farà tutto quello che è necessario. Tra società e giocatrici c’è un contatto diretto e mi piace molto, sono molto presenti e sono contenta per questa cosa. Il presidente Gasperoni anche durante la stagione ci segue sempre in tutte le partite.


Fuori dai pali come vivi le tue giornate?
Studio Scienze della comunicazione all’università, lavoro in un supermercato e collaboro con “La giovane Italia” per la quale ho seguito il campionato di Serie B e fatto alcune schede . Nel resto del mio tempo sto con amici e compagne di squadra, è la cosa migliore che possa fare durante i momenti in cui sono libera da impegni.


Da quest’anno hai un procuratore, ovvero Angelo Sperandeo. Avere una figura del genere al tuo fianco quali vantaggi da?
Mi ha contattato quest’estate e mi ha subito colpito come persona, prende molto in considerazione il lato umano. Mi permette di giocare con tranquillità senza dover pensare a a troppe cose. Ci pensa lui a parlare alla società o a risolvere altri problemi slegati dalla semplice partita.

Di Mattia del Giudice

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...