Juventus, Bonansea: “I miei idoli? Da Inzaghi a Ibra fino a Ronaldo”

Ex Brescia, ora in forza alla Juventus, Barbara Bonansea ha tenuto una diretta Instagam con ospite l’amica Martina Rosucci, ecco riportati alcuni passaggi:

Routine quotidiana: Io mi alleno e studio, mi mancano due esami. A 28 anni inizia ad essere dura studiare, ma vorrei laurearmi. Sto studiando macroeconomia, faccio i riassunti così mi sembra ci sia meno da studiare. Io ho fatto il liceo scientifico tecnologico. Ho fatto un anno al Politecnico ma non riuscivo a giocare a calcio e studiare ingegneria allo stesso tempo.

Il pregio di Martina: Un pregio di Marti è la capacità di ascoltare tantissimo e tutti, è talmente curiosa che ascolterebbe anche una sedia (ride ndr). Penso sia un pregio dei leader, saper ascoltare così tanto. In squadra chiunque andrebbe da Marti a confessare un proprio problema. Un difetto è che cerca di andare a fondo ad alcune cose in cui non può arrivarci e quindi finisce per farsi male da sola.

Doti tecniche della compagna: Marti in campo è molto intelligente, io sono impulsiva invece. Lei è riflessiva sia fuori che dentro al campo. Ha la capacità di posizionarsi in certe zone del campo in cui riesce a ricevere la palla e magari è da sola.

Idolo: Il mio idolo era Inzaghi, poi è passato al Milan e ci ho messo una croce. Poi è diventato Ibra e alla fine Ronaldo, quando l’ho visto la prima volta nella finale dell’Europeo persa contro la Grecia. Lo ricordo perchè mi ha incantata il suo amore verso la maglia, lui al termine piangeva. Da lì ho iniziato le ricerche su Cristiano Ronaldo e poi il resto è storia.

Il numero 11: A me piaceva il 9 perchè è di Inzaghi e mi piaceva il 7 per Ronaldo. Al Torino mi ricordo che i numeri giravano, le prime 11 che entravano in campo avevano sempre i numeri da 1 a 11. Arrivata a Brescia il 7 era di Valentina Cernoia e sicuramente non volevo sottrarglielo. Poi a Brescia ho sempre avuto l’11 e l’ho tenuto. Oltretutto a Brescia il 9 era di Sabatino che è molto scaramantica e mai l’avrebbe tolto.

di Pietro Fedon

Photo credit: Alessandro Sabattini/Getty Images

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...