ESCLUSIVA ICF – V. Veneto, Domi: “Dall’Albania all’Italia sognando il calcio. Qui come una famiglia” (1)

Assistita dalla LTA Agency, la giovane centrocampista del Permac Vittorio Veneto Greis Domi si è raccontata in esclusiva ai nostri microfoni. Dall’Albania all’Italia, una storia tutta da raccontare, la sua, contraddistinta da un elemento sempre presente, dai tempi delle elementari: il pallone.

L’intervista

Quando eri piccola ti sei trasferita dall’Albania all’Italia, da cosa è stata dettata questa scelta familiare?

La scelta è stata dettata da diversi motivi, in primis dall’avere una vita diversa. Grazie all’appoggio dei parenti che già erano in Italia, siamo riusciti a trasferirci anche noi. Non posso che ringraziare i miei genitori per tutti i sacrifici che hanno fatto per me e mia sorella.

Venendo a parlare di calcio: quando, dove e come hai iniziato? C’è stato qualcuno che ha influito particolarmente nella scelta di giocare a pallone? Come l’hanno presa i tuoi genitori?

Ho iniziato a giocare a calcio all’età di 8 anni; non è stato facile convincere mia madre a iscrivermi all’inizio, perché sappiamo benissimo che il calcio è sempre stato considerato come sport maschile e non femminile. Ho avuto la fortuna di avere l’insegnante delle elementari Donatella Pratesi che, vedendomi giocare con i maschietti a scuola, non ha potuto che dire a mia madre che se non mi avesse iscritta il mio talento sarebbe andato sprecato. Grazie alla sua spinta mia madre mi fece iniziare con l’Aglianese maschile, dove ho trascorso 3 anni facendo il terzino destro. Poi fui chiamata da Armando Esposito nella Real Aglianese in Serie C, dove ho trascorso altri 3 anni, e da lì iniziò il mio percorso da centrocampista.

Hai esordito in Serie A a Firenze, che ricordi hai di quel giorno? Come ricordi la tua esperienza in quel top-team?

L’esperienza in serie A è stata fantastica, avevo 16 anni quando Sauro Fattori mi inserì nella rosa. Sono cresciuta tanto sia a livello umano che calcistico, ho avuto degli esempi da seguire e il mio sogno è sempre stato quello di migliorarmi anno dopo anno per riuscire un giorno a tornare in Serie A, avendo la possibilità di dimostrare in campo tutti i sacrifici che ho sempre fatto e che sto facendo tutt’oggi per questo sport. L’esordio penso che sia un momento che nessuno dimentica soprattutto per le emozioni che vivi in quell’attimo. Avevo paura di fallire, ma quella paura era la stessa che mi dava la forza per entrare in campo e fare quello che amo fare.

Potresti raccontarci le tue esperienze alla Torres e alla Roma CF?

L’esperienza alla Torres mi ha cresciuta tanto grazie a un grande allenatore come Salvatore Arca. Penso che non ci sia il bisogno di presentarlo visto che ha fatto la storia della Torres in serie A vincendo diverse competizioni con giocatrici importanti.
La prima cosa che ho notato quando sono arrivata a Roma è stata la passione che tutti avevano per i colori e per la maglia…sono una famiglia. Vedere i tifosi che ci seguivano anche in allenamento era bellissimo perchè riuscivano sempre a darti l’appoggio sia nei momenti brutti che belli e sono gli stessi che ancora oggi continuano a farlo.

Perché, quest’estate, hai scelto di sposare la causa del Permac Vittorio Veneto?

Ho scelto il Permac Vittorio Veneto sia per la sua storia che per il progetto che mi è stato presentato. Le persone che lavorano per questa società sono una famiglia molto unita, sempre presenti per qualsiasi cosa non facendoti mancare niente.

Che aria tira nello spogliatoio? Com’è l’ambiente a Vittorio Veneto?

È difficile dire che aria tira nello spogliatoio vista la situazione che stiamo vivendo oggi; questi giorni sono stati molto dolorosi per tutti noi. Sono venute a mancare diverse persone importanti che facevano parte della società da anni e che hanno contribuito con molta passione e dedizione alla crescita di questo movimento. Come detto precedentemente, a Vittorio Veneto si respira aria di famiglia.

di Luca Bendoni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...