Confronto A.I.A.C. – Le parole di Attilio Sorbi

Secondo appuntamento con le parole degli allenatori di Serie A sul portale della A.IA.C un paio di giorni fa. Ecco le parole di Attilio Sorbi.

Come state gestendo questo periodo di quarantena?

Anche noi siamo stati responsabili, la cosa è apparsa subito complicata. Le giocatrici ci hanno chiesto fin da subito dei programmi di allenamento per mantenersi in forma, ma per loro non è davvero importante allenarsi, è il lato psicologico il problema.

A cosa è dovuto tutto questo interesse verso il movimento femminile?

Io sono arrivato nel femminile relativamente presto, nella mia carriera ho viaggiato molto e dal punto di vista del femminile siamo ancora molto arretrati, all’estero ogni grande squadra maschile ha anche dietro una squadra femminile di pari livello, questo in italia non accade.

Come si differenziano i gesti tecnici nel femminile?

Per me ci sono gesti tecnici che sono poco allenati in tutti i campi, ad esempio il colpo di testa è poco allenato sia nel maschile che nel femminile. Nel mondo delle donne tutte le giocatrici avranno una buona preparazione perché nel corso del tempo la costruzione degli allenamenti si è evoluta. Poi secondo il mio punto di vista più si sta con la palla più i gesti tecnici migliorano.

Come si allena un portiere nel femminile?

Nel femminile l’impatto con il pallone è molto differente rispetto al maschile, ad esempio il volume del portiere nel calcio femminile è minore rispetto ad un collega uomo. All’estero i portieri donna sono molto più fisici rispetto alle nostre atlete.

Quanto sarebbe produttivo far allenare alcune ragazze con i maschi?

Noi dell’Inter ci abbiamo già pensato, è successo ad esempio con i portieri ma con le giocatrici di ruolo non è mai successo. Purtroppo allenarsi sempre con i maschi non è produttivo perché si rischierebbe di subire e basta anziché essere una cosa produttiva.

Attilio, qual’è la differenza tra la nazionale e il club?

Ho avuto la fortuna di essere il secondo di Milena in nazionale, le ragazze mondiali ci hanno dato molto ma in nerazzurro è diverso, in B le ragazze hanno fatto sempre un risultato utile ma in serie A è molto differente, la concorrenza è più alta. 

In quale gesto tecnico le ragazze sono più portate?

Le ragazze sono brave in tutto, non c’è un gesto tecnico in cui sono più portate

di Pietro Fedon

Photo credit: Marco Luzzani – Inter/Inter via Getty Images

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...