ESCLUSIVA ICF – Florentia, Rodella:”Europeo U19 unico. In nazionale non ho rimpianti.”

Dopo i precoci successi con la maglia del Tavagnacco, Michela Rodella si è poi trasferita in pianta stabile in Toscana, dove ha messo radici e stretto legami importanti. Si definisce una persona quadrata e riflessiva, qualità che porta con se anche quando gioca. Si racconta in esclusiva per noi tra una memoria di quelle stagioni in Friuli ed pensiero su quanto di buono stia facendo la Florentia San Gimignano.

Per quanto riguarda l’attuale stagione, ti aspettavi che dopo 16 giornate foste così in alto in campionato?

La Florentia San Gimignano ha fatto un’annata straordinaria. nonostante abbiamo passato un momento di particolare difficoltà per il cambio della guida tecnica, penso che la vera squadra si veda proprio nei momenti più duri e noi abbiamo reagito bene ottenendo risultati importanti anche contro squadre piu blasonate. Inoltre quest’anno, stando a San Gimignano, abbiamo trovato il nostro dodicesimo uomo in campo; lo staff tecnico si è unito alla forza del nostro gruppo ed abbiamo remato tutti quanti verso un unica direzione. Beh, credo sia stato questo il segreto che ci ha permesso di dire la nostra contro tutti al contrario di quello che si poteva pensare!

Sei stata protagonista nel 2008 della vittoria degli europei U19 in Francia. Un risultato straordinario per il calcio femminile Italiano. Quale fu l’ingrediente principale di quel successo memorabile?

La vittoria dell’Europeo con l’Under 19 è’ stato uno dei momenti più belli della mia vita: l’ingrediente fondamentale è’ stato ancora una volta il gruppo, perché oltre ai risultati positivi noi ci siamo proprio DIVERTITE! E non c’è cosa più bella di fare quello che ami respirando aria serena stando sempre col sorriso! Ripensandoci ora che siamo nel 2020 dove i social network la fanno da padrone, dispiace che non sia stato dato il risalto mediatico meritato ad un traguardo comunque storico, e quindi pochi sanno di questa impresa.

Dopo un successo del genere sono arrivate le prime convocazioni in azzurro, ma non è mai scattata la scintilla con la Nazionale: secondo te, avresti potuto dare di più alla causa?

Io non ho rimpianti, so di aver dato sempre il massimo e so quale impegno metto ogni anno e in ogni allenamento che affronto. Le persone che lavorano e sono accanto a me lo sanno bene. Penso di voler dire molto poco a riguardo, chi era alla guida avrà fatto le proprie valutazioni.

Per concludere: come pensi che ne uscirà il calcio femminile Italiano dopo questa crisi?

Io penso che il calcio femminile italiano in questo momento è preoccupato, come lo sono io, perchè siamo state dimenticate o comunque relegate in fondo. La situazione è poco chiara; siamo ormai a fine maggio e ancora di ufficiale non c’è nulla. Sono preoccupata perché è dall’ otto di marzo che non mettiamo piede in campo e non tutte hanno avuto la possibilità di allenarsi e quindi cercare di mantenere una buona forma fisica. Ricominciare così mette le giocatrici a rischio di importanti infortuni, senza considerare il fatto che andiamo incontro a temperature folli! Detto ciò spero comunque che da questa criticità si colga l occasione per migliorare e dar finalmente il giusto spazio e risalto ad un settore come il nostro che ha dimostrato le sue ottime potenzialità.

di Luca Bendoni e Matteo Cassina

Photo credits: Florentia San Gimignano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...