ESCLUSIVA ICF – Neboli: “Perché in Germania? Volevo il professionismo”.

La sua è una storia è una di quelle che merita di essere approfondita e soprattutto raccontata, perché riuscire ad affermarsi fuori dai propri confini geografici non è da tutti. Laura Neboli, nata a Gavardo il 14 marzo del 1988, si racconta in esclusiva IlCalcioFemminile. Impossibile non rimanere affascinati di come ci descrive la sua Duisburg. Ci parla poi della sua esperienza tedesca, tra un racconto di come all’inizio sia dura per tutti quelli che vanno fuori senza essere in grado di comunicare proficuamente nella lingua locale ed un pensiero su come vorrebbe giocassero le sue ragazze nella sua prossima esperienza con 1.FFC Recklinghausen.

L’intervista è disponibile sia in Italiano che in Inglese.
This interview is avalaible in English aswell. Enjoy!

L’INTERVISTA

Lasciare la propria casa per cercare fortune in un Paese estero è un gesto di tanto coraggio.Tu nel 2011, all’età di 23 anni, hai lasciato l’Italia per andare a giocare in Germania, nel 2001 Duisburg. Quali sono state le principali motivazioni che ti hanno spinto ad andare a giocare oltre confine?

Volevo provare a giocare nella miglior liga europea, quella tedesca e volevo vivere il professionismo. Per me era la possibilità per migliorarmi, allenarmi ad alto livello in eccezionali strutture e confrontarmi con le migliori giocatrici europee.

Duisburg è una città di 500000 anime che ospita il più grande porto fluviale d’Europa.Sorge tra la confluenza tra il Reno e la Ruhr e rappresenta il principale polo siderurgico tedesco. Come è stato l’impatto con un ambiente del genere? Cosa ti ha colpito particolarmente di questa città che ti ha portato a restarci?

Mi sono ambientata molto velocemente. La vita da Italiana in Germania è semplice. Quasi tutti i tedeschi amano la nostra nazione con tutte le nostre specialità. Inoltre ci sono numerose pizzerie e gelaterie di italiani. Quando ho nostalgia dell’Italia, vado a trovarli:)! Qua a Duisburg c’è molto verde e molti luoghi dove ci si può rilassare o praticare sport, come la Regattabahn, Sechs-Seen-Platte etc. Un altro punto a favore di Duisburg è la sua posizione centrale. Da qui posso raggiungere altre nazioni, come Olanda, Belgio e Francia senza problemi e sono nelle vicinanze di molte grandi cittaà tedesche, come Dortmund, Düsseldorf o Colonia.

Italia e Germania sono due popoli con culture molto diverse. Già partendo dalla lingua, il suono del Tedesco sembra più perentorio e meno musicale del nostro Italiano. La barriera linguistica è stata un ostacolo? In che lingua comunichi con le tue atlete?

All’inizio è stato difficile, perché non capivo quasi nulla e non mi sapevo esprimere. Cercavo sempre di interpretare e gesticolavo per farmi capire. Per questo ho iniziato da subito a seguire un corso di tedesco e a prendere lezioni private per imparare il più velocemente possibile. La comunicazione è molto importante per riuscire ad integrarsi in una squadra. Ora parlo bene il tedesco. Non è perfetto, ma tutti mi capiscono. Con le mie ragazze parlo tedesco, anche se l’accento italiano è rimasto e ne sono fiera!

In Italia, almeno che non si abbia una forte esperienza pregressa come giocatore, prendere i brevetti necessari per allenare è veramente difficile. Penso anche ad una licenza UEFA B per esempio. In Germania come funziona? La federazione organizza corsi con ingresso con graduatoria?

In Germania chiunque può prendere la qualificazione. Per iscriversi ai corsi bisogna superare un esame di idoneità all’inizio. Questo test e’ semplice, alla portata di tutti. Per prendere i vari patentini poi però non basta superare l’esame del corso, bisogna raggiungere un tot di punti. Solo i migliori riescono ad andare avanti. Gli allenatori hanno però la possibilità di ripetere l’esame più volte.

La crescita di una giovane calciatrice passa per tappe diverse da quella di un giovane calciatore. Spesso si tende a sovrapporre i due fenomeni per pura ignoranza, credendo che il corpo di una donna abbia le stesse esigenze di quello di un uomo. In Italia siamo ancora indietro riguardo questo concetto, e spesso alle femmine si fa fare ” un po’ di meno” rispetto ai maschi. In Germania c’è considerazione di questo fattore?

In Germania non ci sono queste differenze. Entrambi vengono allenati con le stesse modalità e ci sono molte ragazze che giocano in squadre maschili fino alla categoria giovanissimi per passare poi in squadre femminili.

english

Living abroad, it’s not for everyone. When you were 23, you left Italy for Germany to play for 2001 Duisburg. What were the main reasons that pushed you to play football in a different country?

I just wanted to play in the best european championship, the German one and I wanted to experience what means to be a professional football player. For me this was a chance to improve my self and train in high standard facilities. I had the opportunity to challenge my self with the best European football players aswell.

Duisburg is a city of 500000 people which is hosting the biggest European river port. It rises between the confluence of the Rhine and the Ruhr and represents the main German steel pole. How was the impact with such an environment? What particularly impressed you about this city that led you to stay there?

I settled in very quickly. For an Italian, life in Germany is simple. Almost all Germans love our nation with all our specialties. There are a lot of Italian pizzerias and ice cream parlors. When I miss Italy, I go there :)! In Duisburg there are a lot of parks and many places where you can relax or play sports, such as the Regattabahn, Sechs-Seen-Platte etc. Duisburg is in a central location. From here I can reach other countries, such as Netherlands, Belgium and France without any problems. Dortmund, Düsseldorf and Cologne are close aswell.

Italian culture is very different compared to the German one.For example, the sound of German seems less musical than our Italian. Was the language barrier easy to overcome? In what language do you communicate with your athletes?

It was difficult at te beginning, because I was not able to understand German and I found difficulties to express myself. I always tried to interpret and gesticulate to make people understand me. That’s why I immediately started a German course and taking private lessons to learn as fast as possible. Communication is very important to interact with your team mates. Now I speak German well. It’s not perfect, but everyone understands me. I speak German with my players, even if I still got the Italian accent but I am proud of it!

In Italy, unless you have a strong previous experience as a player, taking the necessary license to coach a team is very difficult. Let’s take a UEFA B license for example. How does it work in Germany? Does the federation organize courses with a ranking?

In Germany anyone can take the license. To enroll in courses, you must pass a fitness exam at the beginning. This test is simple, everyone can reach it. To take the various licenses, however, it is not enough to pass the course exam, you have to reach a certain number of points. Only the best can keep going. However, the coaches have the possibility to repeat the exam several times.

The developing process of a young female football player passes through different stages compared to the male one. Often we tend to overlap the two processes believing that a woman’s body has the same needs as a man’s. In Italy we are still lagging behind this concept, and often females are use to do ” a little less ” than males. How does it work in Germany?

In Germany there are no such differences. Both are trained in the same way and there are many girls who play in men’s teams up to the U14 squad and then move on to women’s teams.

di Matteo Cassina

Photo credits: facebook/LauraNeboli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...