Focus ICF –Thøgersen e quel filo sottile che la lega all’Italia (con il 15 nel destino)

L’Italia e la Danimarca aspettano il doppio confronto per contendersi il primato nel gruppo B: 27 ottobre e 1 dicembre sono le date clou per il girone di qualificazione al prossimo Europeo di calcio femminile. Due nazioni completamente opposte per cultura e mentalità legate da un filo sottile rappresentato da Frederikke Thøgersen. Nata a Thisted, la centrocampista danese ha concluso la sua prima stagione con la maglia della Fiorentina con un piccolo primato: meno minuti complessivi rispetto a Guagni, Parisi o Bonetti ma più presenze. La giocatrice classe ’95, infatti, ha preso parte a 15 partite su 15. Mister Cincotta non ha mai fatto a meno di lei in Serie A concedendole 889 minuti e 9 gare da titolare.

Stagione niente male per un’esordiente nel nostro campionato: 2 reti avendo calciato in porta in 7 occasioni la rendono anche prolifica sotto il profilo realizzativo pur giocando da centrocampista. La prima gioia è arrivata il 16 novembre, sul campo del Pink Bari, con un preciso diagonale di destro. La seconda rete della danese è stata di fatto l’ultima del campionato viola prima del lockdown: il goal del 2-1, in una gara equilibrata col Sassuolo, è stato decisivo per il secondo posto viola. Siluro sotto la traversa dai 16 metri dopo l’assist di Alia Guagni. Quella gara ─ ennesima coincidenza ─ si giocava il 15 febbraio. Il 15 deve averlo nel cuore essendo anche il numero che indossa in nazionale mentre sulla maglia viola c’è stampato il 25.

Frederikke Thøgersen aveva l’Italia nel destino. Il suo debutto con il Fortuna Hjørring in Champions League è avvenuto il 9 ottobre 2013 in una gara in trasferta contro il Tavagnacco. Il Belpaese era, quindi, già parte integrante nella carriera della danese ancor prima del trasferimento alla Fiorentina. Dopo aver vinto tre campionati, tra i confini nazionali, e due coppe di Danimarca, Thøgersen si è trasferita per la prima volta in un club estero. Con la maglia viola è stata autrice di una buona stagione, contribuendo di fatto alla qualificazione in Champions ai danni del Milan. Il suo prossimo obiettivo è l’Europeo con il destino legato ancora all’Italia.

Di Emanuele Landi

Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...