ANALISI ICF – Fiorentina-Inter 4-0, la viola risponde alla Juve con un poker!

Serata di gala all’Artemio Franchi. Torna la Serie A femminile dopo 182 giorni e alla prima giornata si trovano come avversarie la Fiorentina e l’Inter. Le ragazze di Antonio Cincotta, orfane di Alia Guagni partita verso Madrid, si affidano al nuovo tridente composto da Claudia Neto, Tatiana Bonetti e Daniela Sabatino. L’undici di Attilio Sorbi, invece, deve fare a meno della grande ex Ilaria Mauro (operazione alla tiroide) che in viola ha giocato 4 stagioni e vinto un campionato ma si presenta con Marinelli, Møller e Tarenzi davanti. Arbitra Maria Marotta della sezione di Sapri.

L’unico precedente in Serie A si è disputato nella gara d’andata dello scorso campionato e la gara, disputata al “Gino Bozzi”, finì 4-0 per le Viola con tripletta di Bonetti. Déjà vu a Firenze con il risultato identico in questa serata. Le Viola chiudono avanti di 2 la prima frazione. Nonostante un primo tempo equilibrato ci pensa il bis di Daniela Sabatino a indirizzare la gara. Buon primo tempo dell’Inter che crea tanto ma non concretizza e viene punita dal cinismo delle ragazze di Cincotta. Nella ripresa altre due reti targate Mascarello e Bonetti brave a superare Aprile, ultima ad arrendersi in un’Inter disciolta.

PRIMO TEMPO

Dopo 4 minuti la prima chance è per l’Inter: solita azione sulla destra di Marinelli che illude Quinn e la giovane Zanoli, classe 2002 autrice di un ottimo esordio, mandando a rete Møller. L’ex Fortuna Hjørring dall’interno dall’area piccola non trova la porta. Nemmeno due giri di lancette che arriva la risposta di Bonetti: la punizione mancina dai 25 metri della Viola sorvola di poco l’incrocio dei pali. Sempre di punizione arriva il primo legno del match: col destro Alice Regazzoli, l’anno scorso assente illustre per un infortunio al crociato, scarica dai 20 metri, sul centro-destra il pallone sulla trasversale. Avvio spumeggiante in una grande cornice come lo stadio Franchi.

Nei successivi venti minuti il ritmo cala e l’unica conclusione degna di nota è un tiro dalla distanza di Neto: poco precisa nella mira ma tanto nel vivo del gioco l’ex Wolfsburg. Al 37’ si sblocca la sfida con una grandissima azione: imbucata perfetta di Neto per Thøgersen che dal lato corto destro serve Sabatino in area. L’ex Sassuolo fin lì poco coinvolta segna il più facile dei goal stappando il match. Neanche il tempo di esultare che l’Inter potrebbe pareggiare ma Tarenzi si fa ipnotizzare da Schroffenegger e sulla respinta il tap-in di Bartonova è troppo debole per battere l’ex estremo difensore della Florentia e delle nerazzurre nella stagione 2018-19 (quella della promozione in Serie A).

Inter vicina al pari ma la Fiorentina raddoppia su rigore. Ingenuità al 42’ di Debever che atterra in area Sabatino: si presenta dagli undici metri proprio la centravanti che apre il piazzato e insacca nonostante Aprile intuisca la traiettoria. 12 reti nella scorsa annata per l’ex Brescia, Milan e Sassuolo tra le ultime e oggi già doppietta in un tempo solo. Da record Sabatino, unica calciatrice capace di segnare almeno una doppietta in tutti gli ultimi 14 campionati di Serie A.

SECONDO TEMPO

Inizia la ripresa e dopo trenta secondi Neto testa dalla distanza i riflessi di Roberta Aprile. La classe 2000 è poi subito dopo prodigiosa sull’ennesimo tiro di Daniela Sabatino dopo errore ancora di Debever. Il dominio della Fiorentina arriva al 53’ a costruire un’azione avvolgente: la conclusione porta la firma di Adami su pennellata di Thøgersen ma il colpo di testa viene deviato da Aprile sulla traversa. Altro miracolo per il portiere nerazzurro a tutti gli effetti migliore tra le sue compagne. La ragazza nata a Siracusa deve, però, arrendersi all’ora di gioco: sgroppata di Zanoli sulla sinistra e pallone per Mascarello che a giro dal limite insacca.

Luce che si spegne definitivamente dopo nemmeno 60 secondi con Bonetti brava ad incrociare con un diagonale dalla sinistra. Poker Viola contro un’Inter sparita dal campo. Tris di Sabatino annullato al 65’ per un evidente posizione di fuorigioco. Sul finire della gara da segnalare solo una bella risposta di Aprile sulla subentrata Piemonte.

POST PARTITA

QUI FIORENTINA | La Fiorentina inizia benissimo la stagione rispondendo subito alla vittoria della Juve nel pomeriggio. Le Viola si dimostrano bestia nera per le nerazzurre e capaci di lottare per il vertice. Molto bene i neo acquisti Sabatino e Neto, oltre la danese Thøgersen, un treno da terzino pur nascendo esterno offensivo.

QUI INTER | L’Inter comincia male l’annata. Dopo una prima frazione, con buone occasioni, in cui sono state le imperfezioni a fare la differenza nella ripresa l’undici di Sorbi non è pervenuto. Si salvano in poche tra cui la straordinaria Aprile su tutte e Regazzoli (tornata in forma dopo un grave infortunio al crociato patito lo scorso anno).

Di Emanuele Landi

Photo credit: ACF Fiorentina Femminile

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...