PAGELLE ICF – Hellas Verona-Juventus, vola Caruso. Brava Colombo

182 giorni dopo ritorna la Serie A Femminile. E riparte dalla prima della classe dello scorso anno. La Juventus va in trasferta a Verona nel Sinergy Stadium, ex AGSM Olivieri Stadium. Partita godibile, in un pomeriggio soleggiato ed estivo. La Juventus è chiamata a fare la partita e schiera un 4-3-3; il Verona sta al gioco delle parti e cala un 4-3-3 sempre pronto a trasformarsi in 4-4-2 con Jelenic come pendolo laterale che si abbassa in fase di non possesso. Bragonzi e Papaleo sono le due giocatrici più avanzate, e provano a rendersi pericolose soprattutto in contropiede. La partita si apre nel secondo tempo, quando le bianconere riescono a trovare un repentino doppio vantaggio ad inizio ripresa. Il Verona ha però l’occasione di riaprire tutto al minuto 80, ma Sardu calcia alto un rigore procurato da Bragonzi.

LE PAGELLE

Hellas Verona (4-3-3): Durante 5; Meneghini 5 (dal 67′ Motta 5.5), Ledri 5 (dal 85′ Oliva SV), Ambrosi 5, Mella 5; Sardu 4.5, Colombo 6.5, Santi 6; Papaleo 6.5 (dal 58′ Nichele 6), Bragonzi 6.5, Jelencic 6.
All. Pachera.

Juventus Women (4-3-3): Giuliani 5.5; Hyyrynen 6, Gama 6.5(65′ Lundorf 5.5), Sembrant 6.5, Boattin 7; Galli 6.5, Rosucci 6 (60′ Pedersen 6), Caruso 7.5 (90′ Berti SV); Zamanian 7, Girelli 7(60′ Staskova 6.5), Bonansea 7.
All. Guarino.

Arbitro: Di Graci di Como

LE MIGLIORI

Hellas Verona TOP 3

Colombo 6.5: è la migliore della sua banda. Sicuramente la gara è complicata, ma da buona marinaia non abbandona mai le sue 3 caravelle. Il viaggio sarà lungo, ma se questi sono i presupposti la Nina, la Pinta e la Santa Maria toccheranno suolo Americano a fine stagione.
ESPLORATRICE

Bragonzi 6.5: piccante come un peperoncino. La ragazza è vispa e sembra pronta a pungere da un momento all’altro. Prima impegna Giuliani con un bel colpo di testa, poi si procura il rigore con un po’ di furbizia. Da tenere d’occhio.
HABANERO

Papaleo 6.5: 58 minuti di sostanza. Si sbatte come poche; per alcuni tratti della partita gioca in coppia con Bragonzi davanti ed è spesso lei ad iniziare la prima pressione. Nel primo tempo ha anche un’occasione.
STAKANOVISTA

Juventus TOP 3

Caruso 7.5: il gol che trova è solo la ciliegina sulla torta. La gara è di spessore; nella trafficata zona di centrocampo, con Santi, Colombo e Sardu sempre pronte a mordere, lei si destreggia bene schivando le pallottole che provano a tirargli. Il gol arriva da un bel inserimento senza palla.
MATRIX

Boattin 7: 90 minuti a percussione. Un mix tra una canzone tecno per il ritmo degli inserimenti che regala alle sue compagne, ed un pezzo Jazz per la qualità del tocco di palla. Chissà, magari con qualche altra partita così la ritroviamo a San Remo.
SARABANDA

Bonansea 7: due pali. Beh non capita mica spesso. Glielo si legge negli occhi che vorrebbe finire sul tabellino dei marcatori, ma certe volte proprio non gira. A destra fa fuoco e fiamme.
PIROMANE

Di Matteo Cassina

Photo credits: Juventus

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...