ANALISI ICF – San Marino-Milan 0-5, pokerissimo rossonero

Sul sintetico del Campo Sportivo di Acquaviva il Milan non sbaglia e vince una partita potenzialmente scivolosa. La debacle subita dalle “Titane” contro l’Empoli (10-0) poteva trarre in inganno la squadra di Maurizio Ganz. Nonostante, però, un buon approccio da parte delle biancazzurre, alla prima storica casalinga in casa, le rossonere portano a casa la sfida. La differenza tecnica è notevole e già nella prima frazione lo si intuisce. 4-2-3-1 per le padrone di casa con Barbieri come punta. 4-3-1-2 per le ospiti con due novità rispetto alla gara vinta col Florentia.

L’obiettivo del San Marino è il terzultimo posto, che, citando l’allenatore Alain Conte, va guadagnato pur abituandosi alla sconfitta in Serie A contro squadre superiori ma mostrando lo spirito giusto. Il Milan, invece, sogna le posizioni altissime e per il terzo anno di fila vince le prime due gare. Merito del successo va alle reti nei primi 45’ di Agard e alla doppietta di Grimshaw e poi grazie al bis di Dowie nella ripresa. La squadra di Ganz, inoltre, mantiene la porta inviolata per tre gare di fila: non accadeva da novembre 2018.

PRIMO TEMPO

Nella prima sfida in Serie A tra il San Marino Academy e il Milan non sembra esserci storia fin dall’inizio. Le biancazzurre ci mettono tanto impegno e lottano, anche grazie all’entusiasmo che si genera sugli spalti, ma il Milan è superiore. Le rossonere, infatti, con questa vittoria arrivano a 6 successi su 8 con squadre neopromosse (nonostante in passato siano state gare sofferte).
Le rossonere, con un cambio dell’ultimissimo istante Tamborini per Jane (fastidio alla gamba), si rendono pericolose dopo soli 8’ con Tucceri che da punizione dai 30 metri sfiora l’incrocio con un bolide mancino. Sempre da punizione, dopo 180 secondi, è un’altra giocatrice del pacchetto arretrato a sbloccare la sfida: dai 20 metri Laura Agard infila con una pennellata la palla sopra la barriera. Da lì la gara sembra in discesa con un Milan decisamente migliore rispetto all’esordio con la Florentia.

Cercano la migliore intesa Dowie e Giacinti (la giocatrice ad aver calciato di più nella prima giornata senza trovare il goal). Chance clamorosa per il Milan al 26’: dagli sviluppi di rimessa laterale arriva la traversa per Giacinti, dal limite dell’area piccola, e poi è super Ciccioli a opporsi con tutto il corpo su Dowie. Il raddoppio che stava maturando per le rossonere si concretizza alla mezzora: lancio di Fusetti e Grimshaw con la punta punisce una distratta Montalti e Ciccioli in uscita. Primo goal in rossonero anche per la scozzese. L’unico brivido rossonero, nel primo tempo, arriva al 38’, quando Fusetti con un intervento su Barbieri dal limite concede una punizione calciata proprio dalla capocannoniere dello scorso torneo cadetto: il suo destro finisce di poco sopra la traversa con Korenciova, però, sulla traiettoria.

Al tramonto della prima frazione arriva il tris rossonero: bella azione sulla destra che si chiude con un passaggio vincente di Bergamaschi all’interno dell’area con l’inserimento perfetto di Grimshaw che col mancino mette a segno la sua personale doppietta. La scozzese, in stato di grazia, suggella un’ottima prestazione e manda il Milan negli spogliatoi, meritamente, in vantaggio di tre.

SECONDO TEMPO

Inizia la ripresa con l’ingresso di Mauri per Tamborini tra le rossonere. Non cambia lo spartito e una delle prime “pesanti” sbavature punisce le ragazze di Conte: palla persa da Nozzi e conquistata in area da Dowie che poi col mancino a brava a freddare tre le gambe Ciccioli: il primo goal di un’attaccante rossonera in questa Serie A.
L’ingresso in campo di Rizza, tornata a giocare una partita dopo quasi un anno, consente a Bergamaschi di alzarsi come esterno offensivo. Dopo una girandola di cambi che prevedono anche gli ingressi di Kulis per il Milan e di Kunisawa e Menin per il San Marino arriva il primo giallo della stagione del Milan comminato a Conc al 61’. Da quel fallo c’è una punizione ghiotta per Rigaglia che dal limite, però, sciupa sparando alto.

La squadra di casa cerca di regalarsi la prima gioia nell’ultimo terzo di gara, quando la concentrazione nel Milan cala. Al 71’ arriva la prima sbavatura di Agard che si lascia aggirare da Muya, passata come centravanti dopo l’uscita di Barbieri, che calcia fortissimo ma trova la traversa. Dopo 2 minuti ancora l’ex Orobica scappa in velocità ma non inquadra lo specchio. San Marino povero tecnicamente ma anche sfortunato.

Nel finale Giacinti cerca con forza la rete ma alla fine è brava a offrire a Dowie la palla della manita: cross di Bergamaschi, torre di Giacinti e l’inglese che in due tempi punisce una mai doma Ciccioli. Sul finire esordio anche per Spinelli in maglia rossonera. Un altro legno nel finale, in mischia da corner, nega il goal della “bandiera”, il primo in Serie A, alle “Titane”. Allo scadere Ciccioli si supera su Giacinti, a tu per tu con l’estremo biancazzurro: l’appuntamento col goal per il capitano rossonero è ancora rimandato.

POST PARTITA

QUI SAN MARINO | La squadra di Conte approccia meglio rispetto a Empoli ma la differenza è abissale con le rossonere. La stagione sarà in salita e la prossima gara sarà ancor più dura (vs Juventus). Sprazzi interessanti da parte di Rigaglia e Muya, oltre alla caparbietà di Barbieri e la buone risposte di Montalti e Ciccioli. La difesa soffre ancora troppo ma tutto sommato va bene così: conteranno gli scontri diretti per la salvezza.

QUI MILAN | La banda di Ganz non sbaglia. Dopo aver messo la gara in discesa con una Grimshaw davvero scatenata la formazione meneghina cerca di fare quanti più goal possibili (memori dell’esperienza dello scorso campionato). Agard è una certezza, Rask giganteggia in mezzo al campo. La sintonia tra Dowie (che eleganza) e Giacinti (ancora un po’ nervosa per la prima rete che non arriva) è da perfezionare per sognare in grande. Prossimo obiettivo il Bari prima della sosta.

Di Emanuele Landi

Photo credit: Ac Milan

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...