PAGELLE ICF – Verona-Inter, brilla Moller. Buona prova per l’ex Santi

L’Inter trova i suoi primi tre punti al Sinergy Stadium. Al termine di una gara molto equilibrata, resa ancor più difficile dal doppio giallo a Simonetti nella fase finale, viene indirizzata da Caroline Møller. L’ex Fortuna Hjørring decide con una doppietta, intervallata dal rigore di Bragonzi, una partita tiratissima. L’Hellas resta a zero e dovrà sudare ancora tanto per ottenere la salvezza.

LE PAGELLE

Hellas Verona: Durante 6; Perin 6, Ambrosi 5,5, Mella 6+; Ledri 5,5, Colombo 6+ (81’ Papaleo s.v.), Santi 6,5, Sardu 6, Jelencic 6,5; Nichele 5,5, Bragonzi 6,5. All. Matteo Pachera 5,5

Inter: Aprile 6; Brustia 5,5 (58’ Merlo 6), Auvinen 6, Kathellen 6, Bartonova 6+; Alborghetti 6,5, Simonetti 5; Rincon 5,5 (58’ Pandini 6), Møller 7,5, Marinelli 6 (81’ Regazzoli s.v.); Baresi 6,5 (75’ Tarenzi 6). All. Attilio Sorbi 6

LE MIGLIORI

TOP 3 HELLAS VERONA

Santi 6,5: Quando si gioca contro la propria ex squadra di solito le energie si moltiplicano: questa circostanza non fa eccezione. La giocatrice nerazzura in prestito all’Hellas fa bene in mezzo al campo assieme a Colombo, altra ex di giornata. DINAMISMO E QUALITA’.

Jelencic 6,5: La sua velocità e le sue doti potranno essere molto utili nel corso del campionato gialloblù. Suo lo spunto mette in crisi Brustia che è costretta ad atterarla concedendo il penalty che riapre momentaneamente la gara. FURETTO.

Bragonzi 6,5: La giovanissima attaccante classe 2000, proveniente dalla Juve, mette a segno il primo centro per l’Hellas in campionato. Freddissima dal dischetto e mai doma quando c’è da battagliare con la difesa avversaria. HIGHLANDER.

TOP 3 INTER

Møller 7,5: Il primo goal è estremamente semplice. Il secondo, invece, è una perla assoluta. La sua incornata dimostra le grandi doti atletiche mentre le giocate di gambe e la falcata mostrano una tecnica superiore. Il sacrificio finale è la ciliegina sulla torta. LIVELLO SUPERIORE.

Alborghetti 6,5: Spesso è andata in difficoltà nelle prime giornate mentre oggi domina in mezzo al campo. Dirige il traffico con maestria. Sfiora il goal su punizione e poi dipinge un arcobaleno sulla testa di Møller. DIRETTRICE D’ORCHESTRA.

Baresi 6,5: Una giocatrice come lei deve giocare. Sorbi la preferisce a un’altra stella come Tarenzi e in attesa di Ilaria Mauro, la leader con il 9 sulle spalle dà battaglia come sempre. Il passaggio vincente per il primo goal nerazzurro è una chicca. CAPITANO DI LUNGO CORSO.

Di Emanuele Landi

Photo credit: Hellas Verona Women

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...