ANALISI ICF – Møller e quei tre gol che salvano l’Inter

Senza considerare a vittoria a tavolino ottenuta contro il Napoli – situazione da analizzare in un altro momento – l’Inter sul campo ha raggiunto i tre punti una sola volta. Il merito? La doppietta decisiva di Caroline Møller Hansen contro l’Hellas Verona. Escludendo la gara di Napoli (il gol segnato da Bartonova non sarà più conteggiato a causa dello 0-3 a tavolino), la danese, finora, è l’unica calciatrice nerazzurra a essere andata in goal: sua la marcatura, se pur utile solo ai fini delle statistiche, anche contro il Sassuolo (1-4). Risultato? L’ex Fortuna Hjørring ha realizzato 3 goal. Un numero, insomma, che risulta decisivo per la squadra di Attilio Sorbi.

Senza le reti di Møller, di fatti, la stagione nerazzurra al primo step poteva assumere una dimensione assai negativa. Superare, prima della sosta nazionali, le tre squadre ─ numero stranamente ricorrente ─ al tempo ferme a quota zero (Napoli, San Marino e appunto Hellas Verona) grazie all’eleganza della danese è stato fondamentale. Prolificità ma anche uno strapotere tecnico superiore che può risultare assai utile.

Photo: Official Instagram Account of Caroline Moller

ESPERTA E DUTTILE

Non a caso stiamo parlando di una giocatrice che in patria ha già avuto modo di giocare in Women’s Champions League. L’esperienza negli Stati Uniti, inoltre, le ha permesso di affinare le sue qualità prima del lustro tra le fila del Fortuna Hjørring. Aggiungendo anche la presenza dal 2017 nella nazionale maggiore, si capisce la caratura della bionda attaccante nerazzurra. La partita contro l’Hellas – esempio su tutte -, del resto, ha dimostrato come la classe 1998 sia determinante. Anche per la sua capacità eccelsa di adattarsi al ruolo e alla compagna di reparto. Sorbi può affiancare alla scandinava sia Ilaria Mauro (come nella sfida contro il Napoli), sia Stefania Tarenzi, che anche Regina Baresi (in estate ritenuta da alcuni incompatibile con Moller).

Photo: Inter

COMPLETA

Oltre alla rete col Sassuolo, dove è servito un gran tocco mancino, contro le scaligere Møller ha mostrato doti da opportunista sul primo centro e una grande fisicità sull’incornata vincente in occasione della seconda marcatura. La disinvoltura e l’eleganza nei movimenti in velocità hanno, inoltre, messo in mostra le sue doti tecniche che ben dimostrano l’insistenza dell’Inter di assicurarsi le sue prestazioni.

Se a questo ci si aggiunge una spiccata propensione al sacrificio, allora Møller è una giocatrice a cui rinunciare diventa difficilissimo. I dati Opta, infine, spiegano la sua importanza: Møller è la prima giocatrice straniera ad aver segnato più di un goal in Serie A con la maglia dell’Inter. Sorbi può dormire sogni tranquilli. Lo stesso, invece, non potrà fare Milena Bertolini sapendo che Møller e Thoghersen, protagoniste nel nostro campionato, saranno avversarie dell’Italia nel doppio scontro in chiave qualificazione europea.

di Emanuele Landi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...