SERIE A | Napoli-Juventus 1-2. Al Napoli non bastano 45’ perfetti.

Testa coda di giornata che regala tante emozioni e sorprese. Il Napoli tira fuori un primo tempo meraviglioso e fa ben sperare i propri tifosi che volevano il successo per omaggiare Maradona. La Juventus si conferma invece a punteggio pieno con 9 successi in atrettante partite. Bianconere che ribaltano il risultato nella ripresa, sfruttando il calo fisico delle avversarie che tanto avevano speso nel primo tempo.

Primo tempo

Primo tempo sorprendente delle ragazze di Marino, che sono le assolute protagoniste di questi primi 45′. Le Azzurre, infatti, grazie al loro pressing ultraoffensivo hanno dominato la Juventus, andandola a prendere direttamente sul primo possesso. Juventus irriconoscibile, in difficoltà ed in confusione. Dopo 10‘ equilibrati, con le bianconere che sfruttano la loro superiorità tecnica, è il Napoli che diventa padrone della partita. Le Partenopee bloccano ogni fonte di gioco alle Torinesi, imponendo un ritmo elevatissimo. Al minuto 11 ci prova Errico che è lesta a sfruttare una palla vagante in area. La Juventus ha un sussulto con Bonansea in contropiede ma non basta. Al 29Huchet fa le provo generali della meraviglia che siglerà 11 minuti più tardi ed impegna Bacic, che schierata tra i pali al posto dell’infortunata Giuliani, disinnesca la botta da fuori della Francese. Al minuto 40 arriva il diamante che da il vantaggio alle padrone di casa. Hjohlman lavora un bel pallone nel cuore dell’area di rigore, vede Huchet in posizione centrale e la serve; la botta della Francese è secca e potente. 1-0 e Juventus annichilita.

Sarah Huchet che scocca il tiro del 1-0 (PH: GettyImages)

Secondo tempo

La Juventus che rientra in campo dagli spogliatoi è una squadra diversa per atteggiamento, e prova a ribaltare il punteggio. Guarino inserisce Cernoia, e la centrocampista della Nazionale inizia subito a suonare la carica. Le Bianconere cominciano ad entrare stabilmente nell’area di rigore Partenopea . Bonansea al minuto 56, innescata da Cernoia, salta anche Mainguy, ma il turo è impreciso e colpisce l’esterno della rete. Poco dopo Maria Alves sfrutta una palla vagante in area e firma il gol del pareggio. La Juventus non è sazia, e Guarino inserisce Hurtig e Staskova. Dopo 20 minuti di pressione, Hurtig viene sgambettata in area di rigore e l’arbitro decreta la massima punizione. Dal dischetto Girelli non sbaglia, e segna il nono centro in campionato; il 200esimo della Juventus in Serie A. Rimonta completata, e partita nel ghiaccio.

Le bianconere festeggiano il punto del 1-1 (PH: GettyImages)

Qui Napoli: migliore prestazione della stagione per le ragazze di Marino che dominano le campionesse d’Italia per 45′. Il grande sforzo del primo tempo è stato però pagato nella ripresa; tenere quel ritmo sarebbe stato veramente complicato per tutti i 90 minuti.

Capolavoro tattico di Marino nei primi 45 minuti (Ph: GettyImages)

Qui Juventus: i primi 45′ di partita devono suonare come un campanello d’allarme per le ragazze di Guarino. Grande prova nella ripresa, ma una squadra con questo curriculum non può lasciarsi sopraffare dalle avversarie per un tempo.

Di Matteo Cassina

ALL PHOTO CREDIT: GETTY-IMAGES

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...